La prova di tipo sonico sui pali di fondazione, detta SIT (Sonic Integrity Test) si affianca a quella classica di carattere statico (prove di carico). Essa consiste nel generare sulla testa del palo un'onda di compressione mediante una massa battente (martello strumentato o shaker) e registrare la risposta con sensori di velocità (geofoni) o sismici (accelerometri). Dalla trasmissione e riflessione dell'onda è possibile calcolare la lunghezza dell'elemento e/o la presenza di eventuali difetti e discontinuità che provocano una riflessione delle onde (una volta nota la velocità di propagazione delle onde nel mezzo).
Lo studio di tale tipo di prova che di solito è condotto nel dominio del tempo, può essere anche condotto nel dominio della frequenza, determinando in tal caso il test dell'ammettenza meccanica. Quest'ultima grandezza, detta anche "mobilità", altro non è che il rapporto tra la risposta del sistema (in termini di velocità) e la forza che l'ha generata, espresso in funzione delle varie frequenze. La prova è realizzata eccitando il sistema mediante una forzante sinusoidale (ad es. vibrodina) o mediante un martello strumentato. Lo studio del rapporto INPUT/OUTPUT (Funzione di Trasferimento) permette di ricavare una vasta gamma di informazioni, come la lunghezza del palo, la sezione media, la qualità dell'ancoraggio e l'interazione terreno-palo, eventuali difetti del materiale.

Scheda del SIT

  • Stimare la lunghezza dei pali di fondazione.
  • Individuare la presenza di eventuali difetti, cavità, discontinuità, fratture, ecc.

Tecnica fondamentalmente applicata all'analisi dei pali di fondazione (solitamente in cemento armato, ma non solo).

  • Sottosuolo
  • Fondazioni

Tempi di esecuzione che dipendono anche dal tipo di attuatore utilizzato. Nel complesso brevi, in quanto legati ad un'applicazione semplice e assolutamente non invasiva.

Elaborazione non particolarmente onerosa, ma che richiede personale con un minimo di esperienza ed addestramento, soprattutto se l'analisi viene condotta nel dominio delle frequenze.
La prova ha il merito di poter testare un grande numero di pali in tempi brevi e a costi ridottissimi. Purtroppo è condizionata da molteplici fattori che possono inficiarne i risultati. Le misure rilevate dipendono dal valore di velocità di propagazione assunto; vi è una forte variabilità dei risultati a seconda del tipo di terreno e del contatto realizzato con il palo. Inoltre, la presenza di fratture o cavità di notevoli dimensioni, non permette di indagare le parti sottostanti.

Prove di carico Monitoraggi Indagini sui materiali Geognostica Indagini dinamiche Termografia Sfondellamento