La tecnica termografica opera nella banda della radiazioni infrarosse servendosi di una speciale camera che trasforma le radiazioni termiche (IR) emesse dall'oggetto investigato, in segnali elettrici che vengono riportati su un monoscopio e convertiti in immagini sotto forma di termogrammi. Ogni corpo emette energia sotto forma di radiazioni elettromagnetiche, la cui intensità è funzione della temperatura, che è determinata a sua volta dai valori di conducibilità specifica e calore specifico del materiale. Gli impieghi in edilizia della tecnica termografica possono essere ricondotti alla ricerca di anomalie termiche che possono mettere in evidenza:

  • Rilievo della morfologia (geometria delle strutture, modifiche e anomalie)
  • Rilievo del degrado (stato fessurativo, dispersioni termiche, umidità)
  • Rilievo di impianti (elettrici, idrici, di riscaldamento, ecc.)

La termografia non presenta teoricamente limiti in fatto di materiali, in quanto ogni corpo emette radiazioni elettromagnetiche in funzione della sua temperatura superficiale.

La prova prevede dei tempi di esecuzione medio-bassi, ma è limitata dalla necessità di essere eseguita in determinate ore del giorno (preferibilmente nelle ore del tramonto per il notevole scambio termico delle strutture con l'ambiente circostante), oppure di ricorrere a forme artificiali di riscaldamento.
La prova è caratterizzata da tempi di elaborazione leggermente superiori alla media, e l'interpretazione dei risultati richiede addestramento ed esperienza.
UNI 10824-1:2000; UNI 9252:1988; Raccomandazioni NorMaL 42/93; ISO 6781:1983.
La termografia si configura come prova assolutamente non invasiva, in grado di determinare le piccolissime variazioni di temperatura che denunciano la presenza di materiali differenti e/o discontinuità. Un grosso limite è insito nella necessità di avere strutture con un cospicuo scambio termico con l'ambiente circostante e, nel caso in cui questo non possa essere garantito in maniera naturale, nella necessità di riscaldare le pareti artificialmente (ad esempio mediante l'utilizzo di potenti fari ad incandescenza).

Prove di carico Monitoraggi Indagini sui materiali Geognostica Indagini dinamiche Termografia Sfondellamento