monitoraggio periodico

Monitoraggio periodico

Il monitoraggio strutturale in modalità periodica viene eseguito sulle strutture per le quali si prevede un controllo periodico del dato e, quindi, senza la necessità di effettuare un‘acquisizione automatica “in continua”. Infatti, il monitoraggio strutturale periodico è una tecnica consolidata e di semplice messa in opera che, consente di effettuare un rilievo dei punti con una cadenza definita e programmata. Questo servizio normalmente viene consigliato, ad esempio per:

  • Monitorare gli edifici di nuova costruzione
  • Per gli edifici in corso di realizzazione
  • Per i manufatti in cui sia necessario un processo di consolidamento del terreno (per arginare possibili fenomeni di cedimento differenziale e per prevedere il cedimento a fine consolidamento).
  • Per il controllo del quadro fessurativo di un qualsiasi manufatto (per indagare sullo stato di avanzamento delle lesioni, qualora non sia necessario eseguire un controllo “in continua” ).

Il monitoraggio strutturale, si esegue installando sulla struttura:

  • dei traguardi
  • dei supporti rigidi o dei capisaldi
  • dei misuratori fissi ( trasduttori, celle di carico, estensimetri, etc).

Questi strumenti vengono collocati in punti strategici ove risultino al riparo sia da possibili urti che da eventuali sorgenti d’interferenza capaci d’inficiarne l'esito.